logo arte italia Sign My Guestbook guestbook View My Guestbook html.it

"ANDREACAVIGLIOTTI"

HARPSICHORDS & PSALTERIES OLD PIANO RESTORATION

Innovation and originality, high phonic and action quality.

"If you want to make a man feel insignificant you only have to consider his work useless"
"Se vuoi trasformare un uomo in una nullità non devi fare altro che ritenere inutile il suo lavoro"

Dostoewskij

eng ita

Harpsichord and Clavichord

celttrad This Celtic Traditional Music Ring site is owned by Andrea Cavigliotti. 
Join the Celtic Traditional Music Ring?
celttrad next
[Skip Prev] [Prev] [Next] [Skip Next] [Random] [Next 5] [List Sites
woodinfos This Woodworkers Webring
site is owned by
Andrea Cavigliotti
Want to join the
Woodworkers Webring?
woodnexts
[Skip Prev] [Prev] [Next] [Skip Next] [Random] [Next 5] [List Sites]

I BERRA: UNA FAMIGLIA TORINESE

Il ripristino della funzionalità della meccanica ha comportato, oltre alle normali operazioni di pulizia e dell'asportazione della ruggine dai perni, la sostituzione, quando necessario, dei panni ed in un caso dello strato superiore di pelle sui martelli. Una particolare cura è stata dedicata alla regolazione della meccanica, in genere problematica su un pianoforte a tavolo. Il pianoforte del 1828 porta scritti ad inchiostro sui tasti i numeri relativi ai diametri delle corde, dato di vitale importanza per ciò che riguarda la memoria dello strumento ed il mantenimento storico delle intenzioni e del gusto dell'autore e di un'epoca. E' con emozione e con gioia che ancora oggi possiamo ascoltare la voce di questo strumento unico, così come doveva essere più di 200 anni fa.

News

Sala Consiliare del Comune di Arenzano

L'origine e lo sviluppo del clavicembalo sono stati l'oggetto,in epoca moderna, di alcuni importanti studi di organologia. Da quando nel 1440 Arnaut de Zwolle, organologo fiammingo di origine francese al servizio di Filippo il Buono duca di Borgogna, descrisse nel suo trattato il clavisimbalum(figura a sinistra) cominciò per il clavicembalo un periodo di fiorente sviluppo. Ma come è arrivato il de Zwolle a questo primo disegno tecnico? Certamente il tipo di strumento da lui disegnato era, probabilmente, già diffuso in Europa.

Come si giunge al clavicembalo settecentesco (figura a destra) provvisto di due tastiere e di una meccanica che, pur nella sua semplicità, risultò essere adatta ad affrontare musica virtuosistica stimolando la creatività di compositori quali Couperin, Haendel o Bach? Il clavicembalista Mauro Cossu suonerà alcuni brani che accompagneranno il pubblico attraverso i circa 400 anni di storia del clavicembalo: dai virginalisti inglesi ai compositori galanti di fine settecento. Sarà illustrato il percorso che dal salterio medievale portò all'apogeo del clavicembalo e al suo declino.

In Questo incontro, presso la Chiesa della Comunità Luterana di Genova Nervi, oltre a quanto già proposto nella manifestazione di Arenzano, sarà dato particolare rilievo al ruolo che la cultura tedesca ha avuto nello sviluppo del clavicembalo con particolare riferimento alla famiglia Bach e a D. Buxtehude.

Tecniche di costruzione

tecniche tecniche

La lavorazione della tavola armonica è un momento molto importante della costruzione di uno strumento musicale: l'attenzione che viene dedicata a questa parte dello strumento ne determinerà, in misura più o meno marcata, la sua qualità fonica. Più che una tecnica si puo parlare di una specie di rituale: una volta scelto il legno, secondo parametri qualitativi e meccanici(il tipo di vena, il suo colore, ecc....), si assemblano i teli rispettando la direzione della loro vena. Questo agevola la lavorazione a spessore della tavola con la pialla. Lo spessoramento della tavola armonica consente di creare delle zone più o meno sottili( mediamente da 2 a circa 3,5 mm ) che hanno lo scopo di distribuire l'elasticità del piano armonico secondo uno schema opportunamente studiato.

Analogo discorso vale per la tavola armonica del salterio micanon. Lo strumento, anche se di dimensioni ridotte rispetto al clavicembalo, segue lo stesso procedimento.

Questo metodo di incollaggio delle catene sulle tavole armoniche è molto efficace e permette di incollare più catene contemporaneamente. Le catene sono delle liste di legno opportunamente sagomate che consentono di sostenere il piano armonico; la loro posizione e dimensione hanno una notevole influenza sulla sonorità e sul timbro dello strumento.

L'incordatura del clavicembalo richiede una notevole perizia. Ogni penna deve essere di dimensioni regolari in modo che il suono e la resistenza del tasto siano omogenei. Ovviamente, essendo le corde di diametro crescente verso le note gravi, bisognerà tenere presente che nei bassi la penna dovrà essere leggermente più corta e più robusta.

Bacheca degli annunci

bacheca bacheca

E' possibile inserire annunci gratuiti riguardanti la musica antica inviando una e.mail contenente i dati ed una fotografia se si tratta di uno strumento. Andrea Cavigliotti non è in alcun modo responsabile della veridicità e attendibilità delle informazioni fornite dagli inserzionisti ai quali è demandata ogni trattativa.

Vendo fortepiano Carlo De Meglio

Si tratta di uno strumento in buone condizioni: lunghezza 220 cm, larghezza 127 cm, altezza da terra 92 cm. Vi riuscì impiegando i suoi scarsi mezzi ed il genio di cui natura lo aveva dotato. Nella esposizione del 1828 fu premiato con medaglia d'oro: n'ebbe del pari in quella del 1838." Nell'esposizione parigina del 1867 risulta la presenza di De Meglio nella provincia di Napoli dal 1828.

fortepiano fortepiano

Informazioni

E' ora dispobile per la vendita questo mio clavicembalo francese op.11 del 1994 a 18.000,=€ Estensione FF-f3, traspositore 415/440 Hz. liuto. Il dipinto in stile è stato realizzato dalla pittrice torinese Lia Laterza.

Cose che non sapevi riguardo a clavicembali, salteri e pianoforti

Gli strumenti a corda sono fra gli strumenti più affascinanti che esistano al mondo. Il loro suono è in grado di catturare l’attenzione di un pubblico ampio e variegato e la loro evoluzione con il trascorrere del tempo ha conosciuto una lunga serie di migliorie, trasformazioni e modifiche. Eppure il loro fascino è stato capace di perdurare attraverso i secoli e le loro particolari caratteristiche hanno fatto breccia nel cuore di molti appassionati di musica.

Occorre però fare alcune distinzioni quando si parla di tali tipo di strumenti, perché clavicembali, salteri e pianoforti non sono esattamente la stessa cosa e il loro diverso utilizzo richiede delle conoscenze specifiche. Per esempio, a differenza del clavicembalo, dove le corde vibrano grazie alla presenza delle lamelle, nel pianoforte i tasti muovono dei piccoli martelletti che fanno in modo di pizzicare le corde. Ciò conferisce al pianoforte quel carattere maggiormente dinamico e versatile, riconoscibile in qualsiasi parte del mondo, dato che la forza utilizzata per schiacciare i tasti permette una maggiore variazione di volume e quindi delle sfumature più marcate.

Vero è che l’imponenza e la grandiosità del clavicembalo si riconosce altresì nella suo aspetto estetico poiché molto spesso, anziché avere una sola tastiera, questo strumento sfrutta il vantaggio di possederne due distinte, il che risulta essere non solo una meraviglia per gli occhi ma anche una vera e propria sfida di abilità e virtuosismo. Il salterio invece, è un antico strumento musicale (le sue origini vengono datate intorno al 300 a.C) che viene solitamente suonato grazie all’ausilio di bacchette di legno, dure e resistenti, le quali percuotono direttamente le corde.

Un vantaggio del salterio è quello di essere relativamente piccolo e perciò può essere facilmente trasportato da un posto all’altro senza alcuna difficoltà, risultando particolarmente pratico e comodo per coloro che viaggiano spesso. Inoltre, esso viene spesso impiegato come forma d’accompagnamento per il canto, dal momento che crea un’atmosfera ideale per potenziare l’esibizione di coloro che sono dotati di particolari doti canore. Potreste scegliere la tipologia di strumento più adatta alla vostra abitazione, alla vostre esigenze economiche e al vostro interesse facendovi raccomandare da persone fidate, amici , parenti, fidanzati ed escort Italia dal http://www.escortforumit.xxx, che possono darvi qualche utile consiglio in merito al vostro futuro acquisto.

Questi strumenti, oltre ad essere dei preziosi oggetti realizzati a regola d’arte e secondo una precisa tecnica artigianale, andranno a far parte del vostro arredamento domestico come indice di buon gusto e di una profonda cultura musicale. A poco a poco inizierete a prendere confidenza con gli spartiti e potrete godere ancor di più della bellezza di questi strumenti. Ci vorrà tempo e pazienza, costanza e dedizione, ma poter vedere come le proprie mani abbiano appreso con precisione la sequenza dei tasti da schiacciare è una vera soddisfazione.

Ascoltare il proprio impegno prendere forma e acquisire sicurezza esercizio dopo esercizio è una delle cose più gratificanti. Ed è altresì soddisfacente osservare con attenzione l’armonica fisionomia dello strumento musicale che si ha scelto, rivolgendo ad esso il proprio sguardo e le proprie attenzioni ogni qualvolta si entra in salotto o nel proprio studio.